Film, effetti speciali, elettronica: tutto quello che un appassionato di tecnologia cerca!
Call Us Free: 1-800-123-4567

Iscriviti per tenerti sempre aggiornato!

Inserisci la tua mail ed entra in contatto con noi!

Odiamo lo spam anche noi!

Scaricare i film gratis: si può?

Scaricare i film gratis: si può?

Il mondo di internet, inutile negarlo, è entrato a far parte prepotentemente nelle nostre vite, ed in una maniera che, probabilmente, anche solo una quindicina di anni fa, sarebbe stata a dir poco inconcepibile. Ad oggi, infatti, internet è diventato uno strumento dall’utilità estrema, applicata non soltanto negli ambiti lavorativi, ma anche in quelli dedicati allo svago o al divertimento, che sia più o meno goliardico. Sfruttiamo internet sui nostri computer e sui nostri smartphone, per tenerci in contatti con amici e familiari, o ancora per acquisire informazioni, conoscenze, per visualizzare immagini o video.

Scaricare film onlineE proprio sui video, effettivamente, vogliamo concentrarci in maniera particolare per articolare il nostro discorso. Difatti, un tempo, il fenomeno della pirateria correlata al mondo della cinematografia, non era così diffuso come lo è oggi. Certo, già negli anni ’90 c’era chi piratava i film, utilizzando le videocassette ed i videoregistratori per duplicare una particolare pellicola, e magari poi modificava anche le custodie delle videocassette, stampando la grafica del film in questione ed applicandola sopra in modo che apparisse più originale di quanto non fosse in realtà.

La cosa, poi, è andata via via aumentando anche quando i DVD, gradualmente, hanno preso a sostituire le videocassette. La diffusione è stata maggiore, la qualità dei duplicati più alta, e viste le moderne tecnologie è stato anche più semplice e più veloce riuscire a copiare e piratare i film.

Tuttavia, mai come succede oggi, grazie ad internet, la pirateria è praticamente all’ordine del giorno. I mezzi e gli strumenti sono praticamente ad uso e consumo di qualunque individuo, e sono veramente molto facili da utilizzare. Il più delle volte, infatti, è sufficiente avere un computer, magari dotato di una scheda tecnica neppure così potente e performante, oltre, ovviamente, ad una connessione ad internet.

Vedere film in reteLa diffusione dei siti che ospitano video, o più in generale file che sono protetti da copyright, nel corso degli anni si è allargata a macchia d’olio. E così è possibile, presso indirizzi appositamente dedicati, vedere film in streaming che sono stati caricati in maniera illegale, o addirittura scaricarli, via browser, sul proprio computer o sul proprio tablet. Addirittura, esistono diversi programmi capaci di fare tutto il lavoro, grazie ai quali è possibile effettuare il download diretto sul proprio dispositivo: i più famosi, senza ombra di dubbio, sono eMule, sfruttato in maniera particolare fino ad alcuni anni fa, e, soprattutto, ai giorni nostri, uTorrent, dal funzionamento molto semplice, veloce e diretto.

Insomma, è possibile scaricare i film gratis? Chiaramente, lo si può fare, ma, come ben potrete capire, il più delle volte un download risulterà illegale, poiché si tratta di materiale protetto da copyight. Tecnicamente, in verità, è anche possibile scaricare un film sul proprio computer a fini non commerciali, ma il file, in termini legali, dovrebbe essere trattenuto entro un arco di tempo massimo di 24 ore: dopodiché, andrebbe eliminato. Affermazione, questa, che in verità dà vita a numerose elucubrazioni e correnti di pensieri, e che appare tutt’altro che chiara; talvolta, si dice anche che, purché si possieda già una copia fisica su un determinato supporto del film in questione (quindi che sia una videocassetta, un dvd o un blu-ray), è possibile scaricare anche una versione digitale di esso, come copie di backup.

Dal momento che il fenomeno, sfortunatamente, è dilagante ed ampiamente diffuso, oltre che estremamente difficile da bloccare, sono state molte le aziende che, preso atto della cosa, hanno deciso di passare al “lato oscuro” del download, sfruttando quindi alcuni dei mezzi di cui si servono i vari siti che si occupano di pirateria cinematografica.

Difatti, per controbattere la pirateria, sono stati creati alcuni siti, del tutto legali, tramite i quali è possibile visionare, in maniera del tutto legale, alcuni film o video, protetti da copyright, tramite streaming, ed in alcuni casi li si può persino scaricare. Alcuni, a tal proposito, sfruttano proprio YouTube, probabilmente la più nota piattaforma mondiale che si occupa di video. Alcuni film sono stati caricati in maniera del tutto gratuito, mentre altri, contrassegnati da un’etichetta verde, possono essere visualizzati dietro il versamento di una piccola cifra.

Ma le alternative a YouTube, certamente, non mancano. Una fra le più note, e che ultimamente sta ricevendo un riscontro sempre più importante, è certamente VVVVID. Tale sito, dopo un’iscrizione del tutto gratuita, permette la totale fruizione di tutti i contenuti caricati sul sito, che in cambio sottopone semplicemente lo spettatore ad alcuni banner pubblicitari.

Iscriviti per tenerti sempre aggiornato!

Inserisci la tua mail ed entra in contatto con noi!

Odiamo lo spam anche noi!

Documentari e film informatici

Documentari e film informatici

Certamente, quando si pensa alla società odierna, con tutte le sue sfaccettature e le sue peculiarità più attuali e più moderne, non può che venire in mente, probabilmente prima di tutti gli altri, il fattore strettamente correlato alla tecnologia ed all’informatica.

Film informaticiInutile negarlo (d’altronde, perché mai dovremmo voler fare una cosa del genere), l’informatica, specialmente negli ultimi vent’anni, ha sempre più migliorato e rivoluzionato le nostre vite, stravolgendo completamente diverse abitudini e stragrande maggioranza delle usanze. Basti pensare, ad esempio, che grazie all’avvento di internet due persone possono comunicare, anche a lunghissime distanze, in maniera semplice e praticamente immediata. Il vecchio sistema dello scrivere una lettera e spedirla, a meno che non siano documenti di estrema importanza e che necessariamente servono in una forma fisica, è divenuto oramai obsoleto grazie alle mail ed ai vari metodi di comunicazione garantiti da uno smartphone, come un SMS, applicazioni di messaggistica quali Whatsapp e Telegram, ed altre ancora.

Un tale vantaggio, poiché di questo stiamo parlando in fin dei conti, non poteva che entrare nel linguaggio comune e, soprattutto, nell’immaginario collettivo, andando a prendersi anche una fetta importante di altri svariati media. Non a caso, pertanto, esistono riviste, libri, fumetti e saggi interamente dedicati alla tecnologia ed all’informatica, così come ci sono numerosi film, documentari o serie televisive che trattano, del tutto o in parte, questo tema.

Documentari su informaticaBasti pensare, per esempio, all’arcinota saga di Matrix, che, già a partire dalla fine degli anni ’90, ebbe l’abilità di saper cogliere appieno i vari mutamenti che stavano per stravolgere la nostra società, costruendo la propria trama proprio sulle basi di complessi sistemi informatici: un mondo, il nostro, che si rivela essere un’illusione virtuale, un sofisticato software cui gli esseri umani, nel mondo vero, sono collegati in modo da fungere da batteria di alimentazione per un universo quasi distopico, freddamente dominato dalle macchine.

Ma, prima ancora di Matrix, fu forse il fenomeno di Tron a gettare le basi per un cinema aperto a tematiche di tipo tecnologico ed informatico. Prodotto da Disney nell’ormai lontanissimo 1982, Tron utilizzò la computer grafica proprio per trattare di temi come i computer e l’informatica, divenendo a suo modo non soltanto rivoluzionario, ma addirittura un vero e proprio modello da seguire. Diversi anni più tardi, ossia nel 2010, Disney decise di sfruttarne l’ancora ampio successo per produrre un seguito frutto di anni e anni di innovazioni e migliorie grafiche, riuscendo nell’ardua impresa di realizzare un vero e proprio universo, ambientato all’interno del mondo dei computer, del tutto credibile e realistico.

Passando, invece, a generi meno legati all’azione, e che invece vanno ad incentrarsi ed a concentrarsi in maniera maggiore sull’informatica vera e propria, peraltro applicata in modo più serio e meno artificioso alla nostra realtà, non si possono non citare i vari film strettamente correlati ad Apple ed a tutto il microcosmo che ne consegue. Il colosso tecnologico statunitense, infatti, ha rivoluzionato non soltanto il mercato dei computer, ma anche dei telefoni cellulari, ottenendo il grande merito di realizzare il primo vero smartphone, l’Iphone, un dispositivo telefonico che ha fatto la fortuna dell’azienda americana e che ha posto le basi, anche per i rivali di Apple, per tutte le future pianificazioni. Non possiamo, pertanto, non citare Jobs, pellicola biografica dedicata al grande Steve Jobs, padre fondatore di Apple. Ma soprattutto, è da menzionare I pirati di Silicon Valley, realizzato prima della scomparsa del noto imprenditore, e che ben sintetizza il modo in cui Bill Gates, insieme al già citato Jobs, suo eterno rivale, già a partire dagli anni ’70 posero le basi per la creazione del computer moderno come noi lo conosciamo, capace di stravolgere completamente le nostre vite.

The social network, lavoro molto più recente e frutto dell’acclamato regista David Fincher, racconta la storia di Mark Zuckenberg e degli altri fondatori di Facebook, il noto social network che, nell’ultimo decennio, è riuscito a entrare come un macigno nell’immaginario collettivo.

Per quel che concerne i documentari, chiaramente anche qui esiste una scelta più che ampia ed estremamente interessante, capace di soddisfare anche i palati più fini. A tal proposito, senza ombra di dubbio, non si può tralasciare La vera storia di internet, capace di soffermarsi e di analizzare la fenomenologia di internet ed il suo notevole impatto sulla società odierna. Vale anche la pena citare The Virtual Revolution, che, come ben si evince dal titolo, prende appunto in esame la rivoluzione virtuale che è stata messa in atto negli ultimi decenni, e che prosegue la propria corsa inarrestabile anche adesso. Ricordiamo inoltre Inside Google, documentario estremamente interessante che si concentra sulla storia del più noto motore di ricerca del mondo.

Infine, abbiamo il piacere di menzionare due serie televisive di genere comico, che in qualche modo hanno segnato la rivincita dei nerd nei tempi attuali, trattando in parte anche le tematiche correlate al mondo dell’informatica: The Big Bang Theory e The IT Crowd.

Iscriviti per tenerti sempre aggiornato!

Inserisci la tua mail ed entra in contatto con noi!

Odiamo lo spam anche noi!

I film sul futuro tecnologico

I film sul futuro tecnologico

Come poter resistere allo strapotere del mondo del cinema, al suo incredibile fascino, che nel corso dei decenni è stato capace di irretire e fidelizzare milioni e milioni (se non addirittura miliardi, visto che in fin dei conti stiamo parlando di un tipo di arte dalla storia ultrasecolare) di persone, di qualunque età, sesso, etnia e nazionalità?

Non a caso, a tal proposito, ed in qualche modo lo abbiamo anche accennato poc’anzi, il cinema viene considerato un’arte: e fu proprio un critico italiano, fra i più importanti ed i più noti nella storia della cinematografia mondiale, a coniare la nota dicitura di “settima arte”, in riferimento proprio al cinema.

Film sul futuro tecnologicoIl cinema come arte, quindi, ma anche come media, come mezzo visivo e non solo. Nel corso degli anni, e chiaramente lo abbiamo potuto vivere anche sulla nostra stessa pelle, i film sono cambiati, si sono rivoluzionati ed in alcuni casi hanno addirittura apportato loro stessi delle vere e proprie rivoluzioni, capaci di rendere alcuni lungometraggi dei veri e propri cult, che sono entrati a far parte dell’immaginario collettivo.

Il bello è che, come affermavamo poco fa, l’arte e la magia del cinema hanno conquistato proprio tutti, e non soltanto i maggiori esperti o addetti ai lavori in questo settore, ma anche e soprattutto i profani, in quanto tutti, in fondo, persino i meno appassionati, hanno comunque un film preferito che amano guardare e riguardare. La straordinaria varietà propria ad un microcosmo immenso come quello del cinema, poi, ha fatto il resto: gli amanti del genere horror, ad esempio, hanno il loro filone di opere appositamente dedicate, così come chi preferisce le commedie. E così, ci sono film che prediligono l’azione, altri i drammi, altri ancora la fantascienza. Ci sono, poi, film che parlano di amore, di amicizia, di libertà, di avventura, film con valori precisi, film che denunciano problemi, film che si fanno portavoce di messaggi importanti e film che invece si prefissano come unico scopo quello di intrattenere il pubblico, riuscendoci, talvolta, in maniera anche piuttosto egregia.

Film tecnologiaInsomma, se si suol dire che, al mondo, c’è chi la vuole cotta e chi la vuole, cruda, l’universo cinematografico in effetti riesce a soddisfare praticamente tutti i criteri possibili e immaginabili, qualità questa quasi più unica che rara.

E, ovviamente, in un mondo così vasto e sterminato, non possono mancare ovviamente quei film che provano a guardare più avanti, che alzano l’asticella ponendo la vista verso un futuro più lontano. Sono molte, a tal proposito, le pellicole che, nel corso degli anni, hanno trattato la tematica della tecnologia, ed in alcuni casi addirittura di anticiparla, di pensare con lungimiranza a cosa sarebbe successo in un futuro neppure troppo immediato.

Il caso più emblematico, in tal senso, chiaramente ce lo regala una delle saghe cinematografiche più note e più amate di sempre, ossia quella di Ritorno al Futuro. In particolare, il secondo film della trilogia, uscito negli anni ’80, grazie alla famosissima macchina del tempo che permette di spostarsi all’interno delle pieghe spazio-temporali, e di recarsi presso una data precisa della storia, ambienta parte della propria trama nel 2015: ossia, una trentina d’anni dopo rispetto a quando la pellicola venne girata, creando, nel tempo, una lunghissima serie di aspettative e di trovate divertenti e goliardiche. Non a caso, proprio durante lo scorso anno, raggiunta la fatidica data (il 21 ottobre 2015), sono stati numerosi gli eventi appositamente dedicati alla saga, con tanto di proiezioni presso alcune sale cinematografiche, mentre alcuni degli oggetti futuristici visti nel film, sono stati realizzati davvero: ancora troppo presto, forse, per vedere uno skateboard volante perfettamente efficiente, mentre Nike, proprio in richiamo alla pellicola, ha realizzato delle scarpe capaci di allacciarsi da sole.

E che dire, poi, di The Truman Show, con protagonista il grande Jim Carrey? La storia di un uomo che, suo malgrado, e soprattutto a sua totale insaputa, è costretto, fin dalla nascita, ad essere il protagonista inconsapevole di un immenso reality show (il Truman Show del titolo, appunto) della durata decennale. Una storia che, uscita alla fine degli anni ’90, in qualche modo pare anticipare quel fenomeno di massa che invaderà il mondo negli anni successivi, ossia quello dei reality show per l’appunto, capaci di spopolare anche ai giorni nostri.

E chiaramente, in tema di viaggi del tempo, non si può non pensare anche ad una saga decisamente più di azione, come quella di Terminator.

Impossibile non far volare la propria mente anche ad un vero e proprio cult, come 2001 Odissea nello spazio, che già negli anni ’60 ci diede un assaggio di computer ed apparecchi parlanti, come ne abbiamo anche oggi su alcuni computer o su alcuni smartphone (privi di coscienza, certo, ma i comandi vocali sono comunque già possibili).

Iscriviti per tenerti sempre aggiornato!

Inserisci la tua mail ed entra in contatto con noi!

Odiamo lo spam anche noi!

Hacker dei film: cosa sono e se esistono davvero

Hacker dei film: cosa sono e se esistono davvero

Chi non ama il cinema? Noto anche con la dicitura di “settima arte”, partorita dal celebre critico pugliese Ricciotto Canudo quasi un secolo fa, il cinema ha da sempre conquistato tutti, grazie alla sua irresistibile magia, capace di irretire e di coinvolgere anche lo spettatore più esigente. Oggigiorno, infatti, esistono film di tutti i generi e per tutti i gusti, dall’azione al dramma, dal romanticismo alla comicità, dall’horror al fantascientifico. Diversi, inoltre, sono anche i vari stili cinematografici, in quanto esistono pellicole girate con attori in carne e ossa, o altri realizzati in computer grafica parziale o totale, o perché no, ci sono anche i vari film d’animazione creati in maniera classica, con la Disney da sempre vero e proprio colosso in questo settore.

Hacker dei filmChiaramente, se esistono svariati generi, in modo da poter soddisfare ogni palato ed ogni gusto, sono ancora di più le varie tematiche sfruttate nell’universo del cinema per dar vita ai film ed alle pellicole più disparate. Certamente, in questo modo esistono lungometraggi che possono risultare più o meno originali, ma se si pensa in particolar modo ai tempi moderni, o quantomeno a film che abbiano ambientazioni o generi concentrati in particolar modo ai decenni più recenti, non si può non pensare a quelle tematiche strettamente correlate al settore dell’informatica e della tecnologia.

L’informatica, infatti, è un media che ha in qualche modo rivoluzionato le nostre vite, al punto che sta ormai diventando difficile ricordarsi come si facesse prima dell’avvento prepotente di internet (e, per i più giovani, è ancora più complicato provare a concepire com’era il mondo anche solo ai primi anni ’90).

Oggigiorno, tutti sfruttiamo le nuove tecnologie al punto da esserne quasi assuefatti: chiunque possiede almeno un telefono cellulare, meglio se uno smartphone (un apparecchio estremamente utile e con il quale è possibile comunicare con qualsiasi persona anche a distanze a dir poco siderali), e quasi tutti hanno un computer, il cui uso può anche essere legato a ragioni di lavoro, specialmente se si lavora in un ufficio.

HackerTuttavia, un argomento così complesso e variegato, presenta, a sua volta, una serie di sfaccettature e di lati quasi infinita, tanto che, all’interno dello stesso genere informatico, possiamo trovare dei veri e propri sottoinsiemi, delle ramificazioni che estendono ed ampliano il concetto stesso di informatica.

Un film che tratta di tecnologie e di informatica, così, può essere di azione o di fantascienza, come negli arcinoti casi di Tron (un lungometraggio a dir poco rivoluzionario, specialmente se consideriamo che uscì nelle sale già ai primi anni ’80) e di Matrix, che alla fine degli anni ’90 fu capace di intuire e di cogliere i cambiamenti che, di lì a poco, proprio l’informatica sarebbe riuscita ad apportare alle nostre vite.

Un caso sicuramente noto di questi sottogeneri, che in qualche modo è entrato a far parte anche delle nostre vite sia in toni seriosi che in toni puramente più goliardici, è sicuramente quello relativo al mondo degli hacker.

Ma cos’è, esattamente, un hacker? Di cosa si occupa questa fantomatica figura, capace di entrare di prepotenza nell’immaginario collettivo, al punto da assumere, in diversi casi, i contorni del mito e addirittura delle leggende?

Non a caso abbiamo utilizzato termini evocativi come “mito” e “leggenda”, dal momento che gli hacker, specialmente nel corso degli ultimi anni, hanno dato vita a storie spesso surreali e paradossali, al punto che è facile attribuire loro fenomeni a dir poco incredibili. E chiaramente, in tutto questo, il mondo nel cinema ha saputo sguazzare a dovere, generando a sua volta confusioni e imprecisioni a profusione. I film, infatti, ci hanno mostrato persone capaci di penetrare nei sistemi informatici più complessi e protetti, tanto da portare alla distruzione totale dei veri e propri fortini con dei semplicissimi computer, magari neppure troppo potenti e performanti. E che dire delle apparecchiature create ad occhi, capaci di sfruttare tecnologie irrealistiche o ancora poco note, con lo scopo di carpire informazioni e dati di primaria importanza? Poco fa abbiamo citato non a caso la saga di Matrix, che in tal senso porta acqua al nostro mulino con un semplicissimo esempio, in quanto il protagonista, Neo, un modesto impiegato, svolge la doppia vita di hacker informatico, ruolo per il quale mostra un certo talento: un talento, peraltro, nato dal fatto che egli è il leggendario Eletto, ossia un individuo che, all’interno di Matrix, è in grado di modificare e plasmare il codice dello stesso a proprio piacimento.

La realtà è molto più semplice e meno fantasiosa: come riporta Wikipedia, un hacker è, infatti, un esperto di sistemi informatici, che grazie alle proprie conoscenze può oltrepassare le protezioni di determinate reti informatiche. Un mondo molto più normale, e, in alcuni casi, persino più noioso, di quanto lo descriva il pittoresco e turbolento mondo del cinema.

Iscriviti per tenerti sempre aggiornato!

Inserisci la tua mail ed entra in contatto con noi!

Odiamo lo spam anche noi!

I migliori film per amanti della tecnologia

I migliori film per amanti della tecnologia

Esistono svariati generi di film e lungometraggi, a seconda dei gusti e delle passioni dello spettatore in questione. C’è chi predilige le classiche commedie romantiche, chi invece adora i buoni vecchi horror, chi ama lo stile fantasy e chi spesso preferisce guardare film d’azione. Esistono il thriller, i gialli, i film comici, i film d’animazione realizzati tramite l’utilizzo di diverse tecniche (computer grafica, stop motion o disegni classici).

film tecnologiaUna fra le branche più apprezzate è sicuramente quella relativa alla fantascienza, assolutamente imprescindibile per chi adora la tecnologia in ogni sua forma. E quali sono, pertanto, i migliori film per amanti della tecnologia?

Anzitutto, è bene stabilire quale aspetto, esattamente, si cerca in un film che tratti il tema della tecnologia. Alcuni di essi, infatti, veri e propri emblemi del genere fantascientifico, sono straordinariamente futuristici e talvolta anche distopici.

Da questo punto di vista, non si può non citare, tra le tante altre, l’arcinota trilogia di Matrix, dei fratelli Whachowski, uno dei più grandi fenomeni pop a cavallo tra gli anni ’90 e 2000. In tale saga, i protagonisti spaziano all’interno del nostro mondo, che in verità si scopre ben presto essere un mondo fittizio – Matrix, per l’appunto – , una sorta di software estremamente complesso ed elaborato al quale le persone sono collegate tramite dei complessi macchinari, mentre il vero mondo, in realtà, è proiettato in un futuro di diverse centinaia di anni rispetto a quello del mondo di Matrix, i cui contorni sono decisamente catastrofici ed apocalittici, dal momento in cui il genere umano, in forte crisi, sta combattendo (e perdendo) una dura guerra con le macchine, che ormai sono sfuggite al controllo dell’uomo.

Sulla falsariga, vi è poi la saga di Star Wars, vera e propria colonna portante del cinema di fantascienza, popolata da robot di vario tipo, astronavi, macchine volanti, armi futuristiche e chi più ne ha più ne metta. Da non scordare, sempre restando in tema di saghe famose, anche quella di Terminator, che più di tutte ha consacrato a livello internazionale l’attore Arnold Schwarzenegger.

Se, invece, si è alla ricerca di qualcosa di un po’ meno futuristico e più vicino alla nostra realtà, vi sono certamente diversi interessantissimi film che ogni appassionato di questo genere dovrebbe vedere almeno una volta nella vita. Lungometraggi talvolta biografici, talvolta non necessariamente.

migliori filmFra di essi, non si può non citare un vero must, ossia I pirati della Silicon Valley. Film del 1999, tratto dal romanzo Com’era verde Silicon Valley, narra le vicende di Bill Gates e Steve Jobs, due fra le più grandi menti vissute tra la seconda metà del secolo scorso ed i primi anni di quello attuale, di come i loro sforzi e le loro ambizioni nel creare i personal computer come noi oggi li conosciamo, macchinari che hanno assolutamente rivoluzionato la vita ai giorni nostri, si siano poi avverati dando il via a due veri e propri imperi di carattere internazionale, rispettivamente la Microsoft e la Apple.

Sulla falsariga del lungometraggio citato poc’anzi, uno tra i migliori film per amanti della tecnologia è senz’altro il ben più recente Jobs, del 2013. Come si può facilmente intuire dal titolo, pur con le dovute romanzature e licenze poetiche, il film tratta la vita del grande Steve Jobs, genio visionario e padre fondatore della Apple, stroncato da un brutto male solo due anni prima dell’uscita del film.

Da tenere in stretta considerazione è poi un altro importante film uscito solo negli ultimi anni, un capolavoro vincitore di numerosi premi Oscar e Golden Globe: stiamo infatti parlando di The Social Network, che ben sintetizza l’impatto che Facebook, antesignano e capostipite di tutti gli altri social media diffusi negli anni successivi, ha avuto sulle nostre vite di tutti i giorni, riportando aneddoti, fatti biografici, sodalizi e controversie sui suoi creatori, tra i quali si annoverano Mark Zuckerberg, Eduardo Saverin e Sean Parker.

Iscriviti per tenerti sempre aggiornato!

Inserisci la tua mail ed entra in contatto con noi!

Odiamo lo spam anche noi!

Page 1 of 212

Post Recenti

Privacy Policy

Il sito http://barebonesfilmfestivals.org utilizza cookies. Sono file temporanei che migliorano la navigazione e salvano dati dell'utente. Navigando nel nostro sito accetti di utilizzare i cookie